Recensione Super Mario Galaxy (Nintendo Wii)
 Recensioni   Started by justsasss   2020-10-24 18:41:20 +02:00   Comments: 1    Viewed: 259

  1. justsasss
    justsasss Administrator Staff Member


    SUPER MARIO GALAXY
    (Nintendo Wii)

    GENERE: Platform
    PIATTAFORMA: Nintendo Wii
    DATA DI USCITA: 16 novembre 2007
    SVILUPPATORE: Nintendo EAD
    VOTO: 9.5


    Dopo le precedenti recensioni dedicate a Super Mario, non poteva non arrivare quella dedicata al capitolo che più ha saputo lasciare a bocca aperta i videogiocatori -di vecchia data e no- che hanno assistito all’approdo su Wii del nostro amico baffuto. Stiamo parlando di Super Mario Galaxy, il capitolo della saga ambientato a spasso per le galassie, con una grafica nuova, pulita e ultra colorata. A guardarlo oggi, davvero, ci si stupisce di come la Wii sia stata in grado di reggere una qualità grafica di tale fattura, tanto da poter tranquillamente competere anche oggi con alcuni titoli dell’ultimissima console Nintendo, la Switch. Sì, perché non dobbiamo nasconderci dietro un dito ma dare a Cesare quel che è di Cesare… questo Super Mario Galaxy, è un vero e proprio capolavoro. Una recensione, infatti, quando si tratta di un titolo del genere è quasi superflua e ogni parola potrebbe risultare addirittura scontata. Mettetevi comodi, si va in giro fra le stelle!




    VERSO L'INFINITO E OLTRE

    Accesa la Wii, non resta che lasciarsi trasportare dalla magia che solo un capitolo di Super Mario sa regalare. Questo terzo capitolo in tre dimensioni, dopo Super Mario 64 su Nintendo 64 e Super Mario Sunshine su Nintendo Gamecube, è arrivato sulle nostre console nel 2007 ed è stato capace di rinnovarsi in una veste grafica splendida, adatta ad un’esplorazione spaziale. Eh sì, perché questo capitolo, come intuibile dal titolo, ci porterò alle esplorazione di diverse galassie, tutte quante varie tra loro e piene di segreti e simpatici nemici tra vecchie conoscenze e graditissime nuove facce. Un nuovo invito da parte di Peach porterà il nostro idraulico baffuto a recarsi sino al cancello della principessa anche stavolta, neanche a dirlo, rapita dal perfido Re dei Koopa, Bowser in persona. Questa volta il tartarugone che abbiamo imparato ad amare e odiare negli innumerevoli capitoli precedenti a Super Mario Galaxy, la combina grossa, portando via con sé il castello e rapendo con esso anche tutti i Toad che vi si trovano all’interno. La ricerca di Mario comincia allora disperata ma accanto a lui, in questa avventura, la misteriosa figura di Rosalinda, mai apparsa prima nella saga. La donna e i suoi sfavillotti, (piccole stelle che aspirano a diventare più grandi e a vivere in armonia con Rosalinda, che considerano loro madre) offrono il loro aiuto a Mario, a patto che egli riporti le stelle sparse in giro per le galassie nell’osservatorio in cui vivono. Comincia così, galassia dopo galassia, il viaggio del nostro eroe.



    IN GIRO PER LO SPAZIO


    Messo piede nell’astronave veniamo subito a conoscenza della struttura del mondo di gioco. Ci troviamo infatti di fronte a quella che fu Delfinia per Super Mario Sunshine e il Castello di Peach per Super Mario 64, ossia una mappa di riferimento in cui muoversi nei punti di interesse per selezionare le galassie da raggiungere. Ogni volta che collezioneremo un certo numero di stelle, come per i predecessori, sbloccheremo la possibilità di esplorare altre galassie e tutti i segreti che nascondono. Se pensavate di aver visto già tanto negli svariati capitoli precedenti, sappiate che Super Mario Galaxy sarà capace di stupirvi, livello dopo livello. Le singole galassie sono veramente grandi ed esplorarle in lungo e in largo richiederà del tempo. Ce ne sono di tutti i gusti. Ci sono deserti sconfinati, distese d’acqua, giardini in fiore e vulcani roventi. Insomma, il divertimento non manca e ogni galassia sarà riconoscibilissima già nei suoi colori, non appena messo piede nei pianeti che la compongono.



    GAMEPLAY


    Sotto il punto di vista del gameplay non c’è davvero nulla da dire, se non per elogiare il titolo. Controllare Mario è piacevole e ogni suo movimento è perfetto, il che non era facile, vista la struttura dei livelli con la loro forza di gravità del tutto particolare. Giocare per capire. Il titolo, se si possiede una Wii, è uno di quelli da possedere ad ogni costo se si vuole fare davvero esperienza dell’uso del WiiMote. Procediamo per gradi.

    Mario in questo capitolo ha il potere della piroetta che, scuotendo il telecomando, gli consente di girare su se stesso per colpire i nemici, bersagli d’ogni sorta e attivare il meccanismo di alcune stelle per spostarsi da mondo a mondo. Inoltre, per il giocatore non c’è un attimo di riposo e gli occhi si sposteranno sempre attenti a scovare le Astroschegge (Frammenti di meteorite presenti in gran quantità all’interno delle varie galassie), che potremo raccogliere “puntandole” col controller. Questa feature inoltre diventa peculiare qualora si volesse giocare con un secondo giocatore a questo titolo. Ebbene sì, potrete giocare al titolo con un compagno d’avventura, semplicemente fornendo un secondo WiiMote.
    A rendere ancora più vario il gameplay, diversi accessori per permettere a Mario di trasformarsi oppure di ottenere poteri. Il fungo ape, ad esempio, consentirà di trasformare Mario in una simpatica apetta per consentirgli, volando, di raggiungere i posti più elevati. Il nostro eroe potrà perfino trasformarsi in un fantasma per oltrepassare i muri o volare tra le pareti di un castello infestato. Ritornano i funghi di fuoco e ghiaccio per lanciare le nostre sfere di energia contro i nemici più tosti. Le possibilità, davvero, non mancano e divertirsi con questo titolo è praticamente una sfida già vinta in partenza.



    IN CONCLUSIONE


    Recensioni come questa, per titoli come Super Mario Galaxy, si scrivono praticamente da sole. Giocarlo è stato davvero divertente ed un’esperienza che qualsiasi giocatore dovrebbe fare. Questo è un titolo che, invecchiando, è impossibile che perda il suo smalto, tanto da reggere secondo noi anche un ipotetico paragone con l’ultimo capitolo, Super Mario Odissey. Qualsiasi dettaglio è curato, c’è amore da parte di Nintendo nello sviluppo di un titolo che renda giustizia all’eroe baffuto più famoso al mondo. Giochi di luce, rumori, musiche e colori, è un gioco semplicemente imperdibile sia per i fan che per coloro i quali, pochi per fortuna, non hanno mai avuto modo di approcciare a titoli di Super Mario. Un capitolo ambientato nello spazio è proprio la scelta ideale per dare a Super Mario il posto che merita, ossia quello di una stella tra le stelle.

    justsasss, 2020-10-24 18:41:20 +02:00
  2. (You must log in or sign up to post here)

Report Post

Write your reason

Log in | Sign up
Tems & Conditions!
Help!