Recensione Super Mario Kart (SNES)
 Recensioni   Started by justsasss   2020-12-24 16:35:34 +01:00   Comments: 1    Viewed: 113

  1. justsasss
    justsasss Administrator Staff Member


    SUPER MARIO KART
    (Super Nintendo Entertainment System)

    GENERE: Simulatore di guida
    PIATTAFORMA: SNES
    DATA DI USCITA: 21 gennaio 1993
    SVILUPPATORE: Nintendo EAD
    VOTO: 7,5


    É davvero strano, nonché particolare, ritrovarsi a recensire un gioco come Super Mario Kart, uscito per SNES il lontano 21 gennaio 1993. Siamo alle porte di un 2021 che si preannuncia ricco di tante novità videoludiche e che riporterà sui nostri schermi titoli che abbiamo amato e spolpato, come nel caso di Super Mario 3d World. Come dicevamo, però, recensire un gioco “vecchio” come Super Mario Kart per SNES risulta oggi essere un’operazione difficile, soprattutto quando a recensirlo è un ragazzo di 23 anni che sarebbe nato solamente 4 anni dopo la pubblicazione del titolo. La consapevolezza dunque, di ritrovarsi a recensire un titolo che ha sulle spalle più anni di quanti se ne abbia, mette una certa pressione, ma Nintendo ci ha abituati a ritrovarci fra le mani titoli senza tempo, godibili a qualsiasi età e in qualsiasi momento della nostra vita noi ci ritroviamo. Recuperare un titolo del genere è stata una gioia e una scoperta, che va contestualizzata in un panorama videoludico ormai quasi di 3 decadi fa. Procediamo con questa nuova recensione!





    STRUTTURA

    La saga di Mario Kart ha avuto inizio su questo primo capitolo sviluppato per SNES e con esso ha avuto il via tutto un sistema di regole e modalità che è arrivato sino ai capitoli odierni quasi invariato perché, si sa, “squadra che vince, non si cambia”. Certo, le modifiche ci sono state e le migliorie non sono di certo mancate titolo dopo titolo, però la struttura di base è insomma rimasta sempre la stessa. Prima di scaldare i motori e scendere in una corsa sfrenata contro gli avversari che conosciamo da anni, occorre selezionare -una volta avviata la modalità Gran Premio- la difficoltà e la bravura dell’ ia, scegliendo in base alla cilindrata dei motori. Cilindrata più alta è sinonimo di difficoltà maggiore nel controllo del veicolo e dell’accelerazione. 8 personaggi del roaster di questo capitolo saranno pronti a sfidarsi all’ultimo gas in tre differenti coppe e ognuno di essi avrà proprie caratteristiche. I più equilibrati, come di consueto, risultano essere i due amatissimi fratelli della grande N, Mario e Luigi. I percorsi disponibili sono 20 e riescono a fornire un livello di sfida piuttosto interessante anche grazie al numero di giri, 5, da portare a compimento. Giocando in singolo lo schermo risulta diviso in due, con la parte superiore dedicata alla visuale del nostro personaggio e quella inferiore alla mappa del percorso e alle posizioni dei nostri avversari. Super Mario Kart consente anche di giocare insieme ad un amico, sfidandolo o giocando al suo fianco nei Gran Premi, nonché nella simpatica modalità in cui ci si fa la guerra colpendo i palloncini del kart nemico.






    NOVITÁ D'ALTRI TEMPI

    Alcune delle caratteristiche che hanno reso la saga quella che amiamo e che giochiamo tutt’oggi, sono solo una parte delle invenzioni che hanno reso grande il brand. Eh sì, perché alcune di queste sono state scartate o riconcepite, modificando radicalmente il sistema di guida. Un esempio? Al giorno d’oggi le monete raccolte in pista servono per sbloccare nuovi pezzi del kart ma ai tempi di questo splendido primo capitolo, potevano essere utili per consentire al veicolo di raggiungere velocità più elevate. Sebbene raccogliere monete potesse fornire questo vantaggio, perderle avrebbe significato ritrovarsi in balia degli avversari, poiché un incidente avrebbe provocato un fastidioso testa-coda. Insomma, già solo questa basterebbe per essere considerata una meccanica importante tanto da cambiare l’esperienza di gioco. Eppure una novità, che novità ovviamente non è, potrebbe essere rappresentata dall’uso degli oggetti, molto diverso da quello dei capitoli attuali. Un elemento di novità, da contestualizzare però all’anno d’uscita, è l’implemento del chip Mode 7, capace di mettere in movimento rotatorio i percorsi, trascinando il giocatore in un’illusione di gioco 3d, nonostante in realtà tutto rimanga 2d, partendo dai percorsi, fino ad arrivare ai personaggi, alle monete, agli strumenti. Insomma, una novità comunque gradita che sicuramente avrà reso più “realistica” l’esperienza di guida simulata di questo capitolo.






    IN CONCLUSIONE


    Per concludere, appunto, questo Super Mario Kart è un capitolo che ha saputo e saprebbe regalare ancora molte ore di divertimento e gioia ai videogiocatori che gli si avvicineranno. Non è assolutamente esente da difetti, anzi. Ma glielo si perdona perché si tratta comunque di un videogioco di quasi trent’anni fa, che ha saputo istituire un genere e i canoni per moltissimi capitoli che gli sono succeduti e che hanno avuto la grande abilità nello smussarsi, perfezionando e limando i bordi di un titolo che ogni anno sembra essere arrivato all’apice del successo e al top dell’innovazione ma che, invece, trova sempre il modo migliore per rinnovarsi e stupire. Il sistema di guida, l’uso degli strumenti e una ia spesso snervante sono solo delle macchie di un prodotto audace che ha portato molta fortuna e guadagni a Nintendo.

    justsasss, 2020-12-24 16:35:34 +01:00
  2. (You must log in or sign up to post here)

Report Post

Write your reason

Log in | Sign up
Tems & Conditions!
Help!