Recensione Medievil (Playstation4)
 Recensioni   Started by Hermit Jacket   2019-12-15 17:11:16 +01:00   Comments: 1    Viewed: 161

  1. Hermit Jacket
    Hermit Jacket Administrator Staff Member Palermo
    RECENSIONE MEDIEVIL (PLAYSTATION 4)



    GENERE:Platform Azione     PIATTAFORMA:Plastation 4 (Esclusiva)     DATA DI USCITA:25 Ottobre 2019   SVILUPPATORE:Other Ocean Interactive       VOTO:7,5

    Visto il successone con le remastered delle grandi icone della prima Playstation come Crash Bandicoot e Spyro the Dragon ,stavolta dopo ben 21 anni di distanza è il turno di Medievil. Un gioco d’azione con ambientazione gotica pronto ad essere riportato in vita in tutti i sensi : si perchè per chi non conoscesse la trama di Medievil narra la storia di un cavaliere di nome Sir Daniel Fortesque (che impersoneremo) conosciuto nel reame come eroe che guidò la carica nella guerra contro il malvagio stregone Zarok e la sua armata demoniaca per conquistare il regno di Gallowmere. Zarok fu sconfitto ma torna dopo ben cento lunghi anni più forte e con un potente incantesimo che prende le anime dei cittadini di Gallowmere , evoca creature sinistre e resuscita i morti tra cui anche il nostro Sir Daniel che morì in quella guerra e riposa nella sua cripta. Però la sua non fù morte da eroe come si narrava nel regno ma bensì da codardo che morì subito dopo la carica, colpito da una freccia vagante nell’occhio e deriso dagli altri spiriti nel regno dei morti. Ma ora che è tornato più o meno in vita è pronto ad affrontare Zarok riportando la pace a Gallowmere, redimersi e avere la sua rivincita.

                                                     
     
    IL GIOCO

    Il gioco è un bizzarro platform d’azione in cui possiamo saltare, scattare, parare e attaccare con varie armi da mischia (che acquisiremo durante l’avanzamento del gioco) come spade, ascie e martelli da guerra ma anche armi a distanza come balestre, archi, coltelli da lancio e perfino lanciare il nostro braccio se fossimo a corto di munizioni. L’ avventura è composta da una ventina di livelli dalle svariate sinistre ambientazioni a tema horror come oscuri cimiteri, città maledette, ect e ovviamente abitate da molte creature altrettanto sinistre pronte ad attaccarci: zombi, demoni, strani animali, zucche antropomorfe etc. E’ presente anche un bestiario dove sono sono elencati tutti i personaggi che incontreremo, con una piccola descrizione. I livelli sono strutturati bene e liberamente esplorabili. Se dovessimo finire tutte le fiale della salute e quindi subire un game over dovremo ripetere l’intero livello dall’inzio senza checkpoint. L’unico collezionabile che troveremo in ogni livello (a parte pozioni curative e denaro) è la possibilità di sbloccare un calice tramite l’uccisione di un tot di nemici che ci permetterà a fine livello di accedere alla sala degli eroi dove in cambio di ogni calice otteremo una nuova arma o potenziamento. Il gioco in ambito di giocabilità è identico alla versione Ps1, stesse meccaniche, stessa giocabilità e ogni elemento di gioco si trova nella stessa identica posizione della versione classica, perfino nel doppiaggio italiano sono state lasciate le stesse voci escluse un paio, la grande e unica novità (tipica di questo genere di remastered) è la grafica molto più realistica e dettagliata e piacevole (ovviamente anche i filmati sono stati rivisitati con questa nuova veste grafica). Le musiche sono rimaste le stesse ma rivisitate in chiave più moderna.

                                                   

                                                   

    RICAPITOLANDO

    Medievil è un gioco piacevole e divertente non c’è dubbio però dimostra di avere qualche piccolo difetto che si poteva aggiustare, come ad esempio la telecamera fastidiosa, i movimenti legnosi insomma meccaniche antiquariate che siamo abituati a vedere nei giochi moderni, per le quali i neofiti potrebbero storcere il naso trovando il gioco complicato dopo qualche minuto, mentre invece i nostalgici troveranno lo stesso identico gioco che avevano lasciato però con la grafica più bella. Infine sarebbe stata piacevole la presenza anche del secondo capitolo che in questa nuova edizione non viene inclusa come invece è successo nelle remastered di altri giochi analoghi come ad esempio Crash o Spyro, e che sono risultati a mio avviso, più completi e più longevi.

                                                  
    Hermit Jacket, 2019-12-15 17:11:16 +01:00
  2. (You must log in or sign up to post here)

Report Post

Write your reason

Log in | Sign up
Tems & Conditions!
Help!